The Writer Magazine, intervista con l'editor Ron Kovach


The Writer Magazine - Intervista a Ron Kovach, Redattore

La rivista Writer è una pubblicazione basata su Milwaukee con una circolazione nazionale di circa 30.000. Si concentra sui morsetti di scrittura e il redattore Ron Kovach è con la rivista per circa 8 anni.

L'Arco Editor - Come arrivarci Da qui

Q: Cominciamo da te come editor. Come sei entrato in questa linea di lavoro? Qual è il tuo background?

Ron Kovach: Sono stato in giornale di reporting e di editing per 24 anni prima di aver fatto il salto alle riviste.

Ero a quattro o cinque giornali, tra cui la Cleveland Press e la rivista Milwaukee. Ho fatto tutto dalla segnalazione all'assistente metro editor per copiare l'editor in editor delle funzioni. Poi sono venuto allo scrittore circa otto anni e mezzo fa, poco dopo che la casa madre [Kalmbach Publishing] acquistò lo scrittore a Boston e lo trasferì nella zona di Milwaukee. È una cosa che ho davvero saltato, perché ho avuto un sacco di interessi letterari e sono stato abbastanza familiare con la rivista. Era solo una grande opportunità.

D: Hai detto di aver scritto caratteristiche del giornale e cose del genere. Avete anche fatto una delle scritture più creative? Sei uno scrittore creativo da soli?

R: Ho spinto [articoli freelance] in vari punti e ho fatto un po 'di scrittura freelance. Ho avuto articoli nel Washington Post e nel Philadelphia Inquirer e in una varietà di altri luoghi - scrittura di tipo Sunday-magazine.

Oltre a fare un sacco di segnalazioni, ho fatto molte scritture freelance.

Q: E tu scrivi alcuni dei contenuti della rivista Writer?

R: Una volta ho fatto molto. Per i primi cinque o sei anni qui ho fatto alcune interviste approfondite di autori e mi sono appena versato in quelle. Sono abbastanza orgoglioso di loro.

C'era un riallineamento dei doveri e sono diventato il grande progettista della funzionalità, e richiede molto tempo. Ho dovuto rinunciare alla scrittura e all'intervista perché sono così coinvolto nella pianificazione ora.

Q: Una domanda che spesso arriva con i miei lettori è sfondo educativo. Che tipo di background didattico hai?

R: Ho una laurea in giornalismo da Kent State e ho un master in storia da Cleveland State. E, solo una vita di lettura vorace oltre a quella!

Tutto sullo scrittore

Q: Come vendere la tua rivista se fosse stata impostata contro alcune delle altre principali riviste di scrittura? Cosa direbbe rende unico?

R: Abbiamo un'attenzione molto seria su articoli artigianali, articoli di artigianato e articoli passo-passo. Siamo molto preoccupati per questo. [Le riviste] sono animali diversi. Cerchiamo di fornire molte informazioni sul mercato e coprire tutti i generi principali.Ma penso che la cosa che ci distingue è che cerchiamo davvero di scavare nel mestiere della scrittura e cercare di dare ai lettori un buon consiglio pratico su come migliorare meglio gli aspetti specifici della scrittura.

D: Ho notato che puoi passare attraverso il Writer e trovare un'impresa di fantascienza in una pagina e un prossimo articolo di gestione aziendale.

Come si equilibra la rivista su tanti generi?

R: Questa è una grande parte della sfida mensile. È una sfida mensile che quasi ogni rivista affronta. Cerchi di tenere tutti felici. Ad esempio, hai parlato di business o copywriting. Ci occupiamo di quelli efficaci perché abbiamo un ottimo giornalista bimestrale, uno dei migliori copywriter in America, Robert Bly. E abbiamo un ottimo giornalista di poesia ogni mese, Marilyn Taylor. Quindi, alcuni di questi generi sono trattati in colonne, e poi diverso da quello, è un atto di bilanciamento che cerca la qualità in tutti i diversi generi.

Q: Il Scrittore esegue numerosi concorsi, corretto?

R: Sì, abbiamo una borsa di studio annuale di Sylvia Burack, che prende il nome dal nostro redattore a Boston. Svolgiamo anche un concorso annuale di short story. Infatti, [al momento dell'intervista] stiamo solo mettendo a letto il numero di febbraio [2010] che contiene la grande stampa della breve storia vincente.

Questi sono i nostri due concorsi continui e continui.

Q: Ti sembra di poter accreditare la rivista Writer per la scoperta di un grande scrittore? Sei particolarmente orgoglioso di chiunque sia andato avanti per renderlo grande o qualcosa del genere?

R: Siamo stati contenti di alcune di queste storie. Siamo molto contenti dell'ultimo saggio di Burack vincente. Inoltre, abbiamo [recentemente] avuto una storia breve misteriosa che probabilmente aprirà le porte per [l'autore].

"Amano i sidebars? "O, Pitching e Querying the Writer

Q: Quale percentuale dei tuoi articoli sono scritti freelance?

R: è almeno l'80%. Cerchiamo di guardare attentamente tutto ciò che viene nella pila di query e questo è dove otteniamo molte nostre cose buone. A volte proviamo in modo proattivo qualcosa che dobbiamo assegnare, e andiamo a qualcuno nella nostra stabile di persone con cui abbiamo già lavorato.

Ora, una cosa che vediamo che è un po 'sconcertante è che le persone che non hanno scritto per noi invieranno una domanda dicendo che sono aperto per le assegnazioni, sono disponibile se hai bisogno di qualcosa finito. Questo è uno spreco di tempo. È solo un buon senso che ci rivolgiamo a qualcuno che è già una quantità nota, qualcuno con cui abbiamo già lavorato per un articolo. Quella persona dovrebbe invece lavorare a comprendere veramente la rivista, conoscere i nostri articoli e la nostra missione e il nostro pubblico, e poi arrivare con un nuovo argomento e scrivere una buona domanda. Ecco dove dovrebbero mettere le loro energie.

D: Dica ai miei lettori la persona che fa . Che cosa è di loro che ti fa andare a loro più e più volte?

R: Sono affidabili in termini di sforzo, capacità di scrittura e capacità di reporting. Sono facili da lavorare, sono entusiasti, ottengono la rivista e ottengono quello che stai dietro.

Il tuo peggior timore come un editor è quello di correre in un relitto di treno di una storia che è appena fatto male e sta per prendere ore e ore per risolvere il problema. Questo è il peggior paura del redattore. Ti rallenta. Quindi stai andando a qualcuno che sai che sta per essere un scrittore a bassa manutenzione o senza manutenzione e si trasformerà in un buon lavoro.

Q: Quali sono i migliori dipartimenti per introdurre il Writer, come novizio?

R: Con la nostra rivista, dovresti essere a conoscenza dei columnists e praticamente stare lontano da quelle aree. Ad esempio, copywriting, scrivere per affari. Ma, a parte questo, abbiamo una colonna che chiamiamo "Off the Cuff", che è un saggio casuale sulla scrittura. Cerchiamo di guardare a questo. Guardiamo anche le query per la nostra colonna "Breakthrough" e la nostra colonna "Get Started" che è specificatamente diretta agli scrittori iniziali.

Siamo sempre molto interessati a buoni articoli artigianali passo-passo ma quelli in genere provengono da scrittori di fiction con un numero decente di pubblicazioni.

Il denominatore comune è che siamo davvero di istruzione, di consulenza e di eliminare i vantaggi. Non andiamo per un sacco di guardia navale o uno stile meandri. Non abbiamo quel tipo di spazio. Ci piace la scrittura diretta e conversazionale che fornisce consigli e vantaggi per lo sviluppo di scrittori.

D: Molti dei miei lettori stanno cominciando a sollevare riviste, e una delle grandi domande è l'equilibrio tra la query stessa e l'idea che la domanda sta presentando. Noi teniamo a farci prendere in "la query perfetta. "

Dovrebbero pensare devo vendere la mia idea e me stesso nello spazio di tre paragrafi , [che] è la regola generale. E, alla fine, dovrebbero pensare, Beh, andrò a cercare in giro alcune informazioni sulle mie credenziali e sulle mie pubblicazioni . Questa è sempre una parte essenziale della query. Ma a parte questo, stai vendendo l'idea.

Ho un po 'di consigli che mi sento molto forte e abbiamo fatto un ottimo articolo su questo da un freelancer di nome Sharon McDonald. È possibile utilizzare tecniche di scrittura funzionalità per rendere più interessante la query. Puoi iniziare quella query con un aneddoto proprio come una caratteristica. È possibile utilizzare alcune di quelle tecniche per fare una domanda interessante.

Penso che probabilmente vedo 1 000 [query] all'anno, e ci sono molti redattori là fuori che vedono molto di più. Vuoi cercare di afferrarli. Prendeteli con qualcosa di interessante all'inizio e poi sviluppatelo. Utilizza fatti ben scelti e forse una citazione o due e poi cerchi intorno alle tue credenziali, come per esempio perché sei bravo a scrivere questo articolo. Forse fare qualche pre-intervista per ottenere più ricerche, in modo da poter formare la cosa in una proposta interessante.

Q: C'è qualcosa che si desidera parlare della tua rivista o specifica di questo pubblico target / freelance?

R: vedo alcune domande dove è chiaro che non hanno mai trascorso alcun tempo a conoscerti con la pubblicazione, e questo è il turnoff numero uno per un editor.Penso a chiunque abbia fatto freelance, compreso me, tu senti questa tentazione di spegnere qualcosa e non fare il lavoro di preparazione di studiare un po 'la pubblicazione. Basta prendere un fiato, passare un po 'di tempo con la pubblicazione, e ottenere un senso del tono, i tipi di articoli che non lo fanno, né il pubblico. Amano i sidebars? Non amano i sidebars? Se amano i sidebars, puoi punteggiare alcuni punti bonus se si menziona solo brevemente nella tua query. Il punto più ampio è solo conoscere la pubblicazione.

Spostando in avanti

Q: Sei in una posizione unica come editor. Hai visto grandi cambiamenti nel mondo della scrittura dal tuo punto di vista?

R: La prima cosa che mi viene in mente è sicuramente qualcosa che qualsiasi ex giornalista avrebbe menzionato - assolutamente sgomento a quello che sembra essere uno smantellamento dei media di stampa in termini di giornali. Si comincia anche a chiedersi circa le riviste e i supporti di stampa in generale. Penso che ci siano domande fondamentali su quello che sta succedendo con i media di stampa nell'era digitale. Nessuno sa dove tutto questo sta per uscire. Sembra che viviamo nei tempi storici. E 'davvero interessante e spaventoso allo stesso tempo.

C'è molto da indovinare e certamente ci sono molti nuovi punti di forza nelle riviste sullo sviluppo di siti web. Oggi sottolineiamo veramente il nostro sito e penso che la maggior parte delle riviste direbbe la stessa cosa.

R: L'altra cosa forse un po 'più vicina a casa per i nostri lettori [è] ciò che significa per la pubblicazione di libri. Sembra che l'autodiscrizione sta per mettere sullo scrittore, che ho sempre trovato piuttosto sorprendente. Ora sembra essere ancora più forte.

Anche gli effetti dell'economia devono essere menzionati. Non è che abbiamo vissuto una piccola recessione, forse il peggiore clima economico dopo la depressione. Quindi, come è tutto scuotendo con opportunità per libri e effetti su riviste e riviste letterarie? Adesso c'è molto da fare. È piuttosto impressionante.

Q: Che sta facendo un momento emozionante per te?

R: E 'emozionante e talvolta un po' spaventoso. Devi imparare nuovi trucchi. Dobbiamo adattarci ai cambiamenti e ad apprendere alcuni nuovi trucchi.