Cosa è la varianza personale vs contabile?

Personal vs. Variance contabile definito
Contenuto Dell'Articolo:
Esattamente quale è la varianza, e come si riferisce al bilancio e al bilancio personale? In termini contabili - che è probabilmente l'uso più comune della parola - varianza misura la diffusione tra due numeri all'interno di un determinato set di dati. Diamo un'occhiata a come viene calcolato: Fase 1: Calcola la differenza tra ogni numero e la media del set di dati.

Esattamente quale è la varianza, e come si riferisce al bilancio e al bilancio personale?

In termini contabili - che è probabilmente l'uso più comune della parola - varianza misura la diffusione tra due numeri all'interno di un determinato set di dati. Diamo un'occhiata a come viene calcolato:

Fase 1: Calcola la differenza tra ogni numero e la media del set di dati. Esempio: Medio = 10. Numeri = 8 e 14. Differenza = -2 e 4, rispettivamente.

Fase 2: Distingui le differenze in modo che il risultato del punto 2 sia un numero positivo.

Passo 3: Divide la somma dei quadrati per il numero di valori all'interno del set.

Non confondere le cose, ma varianza è anche una definizione personale di bilancio, quindi guardiamo la varianza per quanto riguarda il budgeting personale.

La varianza è la discrepanza tra l'importo proiettato che spenderai all'interno di una categoria rispetto all'importo effettivo. Ad esempio, se pensi di spendere 400 dollari in generi alimentari, ma hai effettivamente speso solo 350 dollari sulle drogherie, hai una variazione di 50 dollari.

Nei nostri fogli di lavoro di bilancio, ti chiediamo di compilare l'importo stimato che intendi con la spesa su articoli come abiti, riparazioni auto e regali di vacanza. Allora ti preghiamo di aspettare un mese prima di compilare la colonna riportata di seguito "attuale".

Nella colonna successiva, ti chiediamo di compilare l'importo effettivo che hai speso per questi elementi. La differenza tra il totale stimato e il totale effettivo è la variazione . La varianza può essere positiva o negativa a seconda che si sia speso più o meno proiettati.

La formula è semplice: spesa effettiva contro spesa pianificata = varianza.

Alcune persone e aziende preferiscono calcolare la loro percentuale di varianza. Se hai programmato di spendere $ 80 e hai effettivamente speso 100 dollari, sei spento del 20 per cento. La percentuale è calcolata in base alla spesa effettiva, non all'ammontare stimato.

Utilizzando questo esempio, $ 20 è il 20% di $ 100, l'importo effettivo speso.

Avere una certa varianza è normale, quindi non batterete se sperimenti ogni mese. Il tuo obiettivo non è evitare completamente la varianza - è quasi impossibile. Il tuo obiettivo è ridurre al minimo la tua varianza, effettuando stime più accurate sui tuoi modelli di spesa. Questo è qualcosa che viene solo con la pratica.

La linea di fondo è, più accuratamente stimi la tua spesa, meno è probabile che tu acceda casualmente a un budget troppo elevato e finisca con una mancanza.