Crash del mercato azionario: esempi, causa, impatto



Crash del mercato azionario: definizione, esempi, causa, impatto

Definizione: Un crash del mercato azionario è quando gli indici azionari perdono più del 10 per cento in un giorno o due. I grandi indici sono il Dow Jones Industrial Average, il S & P 500 e il NASDAQ. La rapidità del declino lo differenzia da una correzione del mercato azionario. Quella è una perdita del 10 per cento in giorni, settimane o addirittura mesi.

Cause

Tradizionalmente, i venditori in panico hanno causato un incidente. Un evento economico, catastrofe o crisi innesca il panico.

Ecco perché gli investitori non si aspettano un crollo e un panico. Si verifica alla fine di un mercato toro esteso. Quindi esuberanza irrazionale o avidità ha portato i prezzi delle azioni a nuovi livelli. A quel punto, i prezzi sono al di sopra del valore reale delle aziende, misurati dai guadagni. Per ulteriori informazioni, vedere il rapporto Price to Earnings Ratio.

Un nuovo sviluppo chiamato trading quantitativo ha causato recenti incidenti. Quindi gli analisti quantistici usavano algoritmi matematici nei programmi di computer per scambiare le scorte. Investimenti sofisticati e hedge funds con migliaia di computer sono stati programmati per vendere quando si sono verificati eventi determinati. Il trading del programma è cresciuto fino al punto in cui ha sostituito gli investitori individuali, l'avidità e il panico come cause di crash.

Esempi

Il crash del mercato azionario del 1929 ha dato il via alla Grande Depressione. Nel corso di quattro giorni i prezzi delle azioni sono scesi del 25%. Cominciò il 24 ottobre 1929, ora chiamato Giovedi Nero.

I prezzi delle azioni sono scesi dell'11%. Questi poi recuperati come 12. 9 milioni di azioni di magazzino sono stati venduti. Questo era triplicato l'importo consueto. Il trading di venerdì sembrava normale. Ma il mercato ha sceso un altro 13 per cento sul lunedì nero. Ciò è avvenuto nonostante i tentativi dei banchieri di fermare il panico. Il giorno successivo, il martedì nero, il mercato è sceso un altro 11 per cento.

La perdita di fiducia in Wall Street contribuì a scatenare la Grande Depressione. Il Dow non ha riacquistato il suo livello di pre-crash fino al 23 novembre 1954.

Il crash del mercato del 2008 è stato significato dalla caduta di 700 punti nel Dow il 29 settembre 2008. È stata la caduta più grande del storia della borsa di New York. Quella era il giorno in cui il bailout fallito nel Senato. Questo ha causato panico diffuso dopo il fallimento di Lehman Brothers. Tra il suo picco e il suo fondo a marzo, il Dow ha perso più del 50 per cento del suo valore. Non è riuscito a recuperare il suo livello di pre-crash fino al 23 novembre 1954 di [JG1] [KA2]. Il lunedì nero, l'incidente del 1987, è avvenuto il 19 ottobre 1987. Il Dow è sceso del 20,4% la perdita percentuale di un giorno più grande nella storia del mercato azionario. Ci sono voluti due anni prima che il mercato tornasse ai livelli pre-crash. Il crash ha seguito un aumento del 43 per cento all'inizio di quell'anno.Tre fattori lo hanno causato. In primo luogo, i commercianti sono preoccupati per la legislazione anti-acquisizione che si muove attraverso il Congresso. In secondo luogo, gli investitori stranieri hanno iniziato a vendere quando il segretario del Tesoro ha annunciato che potrebbe lasciare cadere il valore del dollaro. Terzo, i programmi di trading quantitativi peggiorarono le perdite. La politica monetaria aggressiva della Federal Reserve ha impedito che l'incidente causasse una recessione.

La crisi del flash si è verificata il 6 maggio 2010, quando il Dow crollò quasi un milione di punti in pochi minuti. E 'stato un malfunzionamento tecnico causato da una chiusura inspiegabile di programmi di trading quantitativi.

La Bubble Dot Com si è schiantata nel marzo 2000. Nel 1999, i prezzi delle azioni delle società high-tech e di computer sono stati spinti da investitori che hanno pensato che tutte le società tecnologiche erano garantite i gestori di denaro. Non si rendevano conto che i profitti delle imprese sono stati causati dalla paura del Y2K. Le aziende avevano acquistato nuovi sistemi informatici per assicurarsi che il loro software avrebbe capito la differenza tra il 2000 e il 1900. In quei giorni, solo due campi di data erano necessari e non i quattro necessari per differenziare i due secoli. Il libro,

L'esuberanza irrazionale , è diventato famoso perché ha spiegato la mentalità di allevamento che ha creato la bolla tecnologica delle scorte nel 2000.

La crisi finanziaria asiatica si è verificata il 27 ottobre 1997. Dow è sceso 554. 26 punti in risposta a un declino del 6 per cento nell'indice Hang Seng di Hong Kong. La caduta del mercato azionario ha contribuito a far scattare la crisi del Long Term Capital Management.

Come ti colpisce

I crash possono portare a un mercato di orsi. Questo è il declino del mercato azionario di 20 per cento o più che dura 18 mesi. Quando questo accade, un crollo del mercato azionario può causare una recessione.

Un crollo del mercato azionario farà l'investitore individuale a vendere a prezzi bassi. Come si può dire quando il mercato sta per arrestare? C'è una sensazione di "Devo entrare ora, o mi mancherà i profitti", che porta ad un acquisto in panico. L'investitore individuale acquisterà proprio al picco del mercato. Quando gli investitori sono guidati da emozioni, non finanziari, allora l'emozione può invertire rapidamente e trasformarsi in vendite in panico. Questo è il sintomo di un crollo del mercato azionario.

Qual è la soluzione? Mantenere un portafoglio ben diversificato di azioni, obbligazioni e merci. Riabilitarlo come le condizioni di mercato cambiano. Durante un crash, le scorte dovrebbero fare meno del vostro portafoglio mentre le obbligazioni e le materie prime dovrebbero compensare più. Vendere alcune delle obbligazioni e merci per acquistare più azioni quando i prezzi sono in calo. Quando tornano di nuovo, come sempre, si otterrà un profitto dalla ripresa dei prezzi azionari. Hai venduto alcune delle tue obbligazioni e merci, quindi non perderai tanto quando questi prezzi crolleranno nel mercato del toro. Anche il più sofisticato investitore ha difficoltà a riconoscere un crollo del mercato azionario fino a quando non è troppo tardi.