Le clausole di arbitrato obbligatorie negli accordi commerciali

Guida alle clausole di arbitrato obbligatorio
Contenuto Dell'Articolo:
Le clausole di arbitrato nei contratti di affari e consumatori sono in crescita negli ultimi anni. Negli ultimi anni, molte aziende in linea hanno istituito clausole di arbitrato obbligatorie nei contratti di utilizzazione. In alcuni casi, i consumatori non sono consapevoli delle clausole arbitrali obbligatorie, perché sono in ottima stampa all'interno di un contratto di utilizzo o l'utente deve accettare entro breve tempo dopo l'avvio del servizio (in caso di Dropbox).

Le clausole di arbitrato nei contratti di affari e consumatori sono in crescita negli ultimi anni. Negli ultimi anni, molte aziende in linea hanno istituito clausole di arbitrato obbligatorie nei contratti di utilizzazione.

In alcuni casi, i consumatori non sono consapevoli delle clausole arbitrali obbligatorie, perché sono in ottima stampa all'interno di un contratto di utilizzo o l'utente deve accettare entro breve tempo dopo l'avvio del servizio (in caso di Dropbox).

Le clausole di arbitrato sono state esplorate anche in accordi medici e accordi di lavoro.

Ma i consumatori stanno combattendo indietro. Nel 2012, i clienti di Starbucks hanno invitato la società a rimuovere l'arbitrato forzato dai termini del servizio di carte regalo e, più recentemente, General Mills ha abbandonato una clausola di arbitrato forzata per i clienti online che hanno voluto entrare in lotterie o utilizzare buoni dopo una sfida da parte dei consumatori su Facebook.

Che cos'è l'arbitrato?

L'arbitrato è una forma di risoluzione alternativa delle controversie, in cui un terzo non disinteressato ascolta entrambi i lati di una controversia e fa una decisione - di solito vincolante. Il processo di arbitrato viene utilizzato come alternativa a lunghe e legali azioni legali.

I vantaggi di arbitrato includono:

Come accennato in precedenza, risparmio di tempo e denaro invece di contenzioso.

Le parti hanno più controllo sull'arbitro e possono essere in grado di trovare qualcuno addestrato nella zona in discussione (accordi di lavoro, ad esempio).

La mancanza di lavoro legale preliminare formale (scoperta, deposizioni, ecc.) Può significare un notevole risparmio.

  • In teoria, i servizi di un avvocato non sono richiesti, con conseguente maggiore risparmio per entrambe le parti.
  • Svantaggi di arbitrato includono:
  • La mancanza di prove formali o la scoperta di fatti. Non viene presa alcuna testimonianza (deposizioni o interrogatori),
  • Di solito non si ricorre alla decisione di un arbitrato, come avviene in cause legali. La decisione è vincolante per entrambe le parti.

Conclusioni sulle clausole di arbitrato forzato nei contratti di consumo

  • Il consumatore è costretto ad accettare la clausola arbitrale, contrariamente all'obiettivo originario di arbitrato concordato reciprocamente.
  • I consumatori che accettano una clausola di arbitrato forzato devono rinunciare al loro diritto di citare in giudizio, presentare un reclamo di classe o appellarsi alla decisione dell'arbitro.

Come già accennato, i consumatori spesso non sono consapevoli dell'esistenza di una clausola arbitrale in un contratto o di un accordo

  • La società sceglie e assegna l'arbitro, in modo che l'arbitro lavora essenzialmente per l'azienda.
  • Il consumatore non ha alcun controllo sul tempo e sul luogo dell'arbitrato.
  • A seconda del modo in cui la clausola arbitrale è formulata, l'azienda può avere la possibilità di citare il cliente, ma non viceversa.
  • Poiché i premi sono meno, un consumatore che vuole essere rappresentato da un avvocato può dovere pagare l'avvocato su base oraria anziché su un custode.
  • L'arbitrato comporta danni inferiori ai consumatori rispetto a cause legali. Il cittadino pubblico ha notato:
  • i confronti dei premi medi degli arbitri e dei tribunali nei casi di occupazione e nei casi di malcostume medica mostrano che i richiedenti arbitrali ricevono solo il 20% dei danni che avrebbero ricevuto in tribunale.
  • I consumatori possono optare per questi accordi di arbitrato, ma l'azienda può rifiutare il servizio se il cliente non accetta l'arbitrato.
  • Nel corso degli ultimi anni, il Congresso ha tentato la legislazione per rendere il processo arbitrale più uniforme anche per i consumatori.

La Legge sulla Fairness Arbitrale del 2013, per esempio, "[d] eclares che nessun accordo arbitrale di previsione è valido o esecutivo se richiede arbitrato di un'occupazione, di un consumatore, di antitrust o di disputa sui diritti civili". Il Congresso non ha agito su questa legislazione.