Storia del mercato di Boston

Storia e sviluppo del mercato di Boston
Contenuto Dell'Articolo:
Arthur Cores e Steven Kolow erano residenti di Boston, laureati dell'Università nordorientale della città, in cerca di iniziare la propria attività. Cores aveva gestito un negozio di alimentari e una società di catering, mentre l'esperienza di Kolow era in proprietà immobiliari. Con l'ex lavorare con il cibo e quest'ultimo sapendo sulle posizioni immobiliari e gli acquisti, la costruzione di una catena di ristoranti sembrava una forma naturale.

Arthur Cores e Steven Kolow erano residenti di Boston, laureati dell'Università nordorientale della città, in cerca di iniziare la propria attività. Cores aveva gestito un negozio di alimentari e una società di catering, mentre l'esperienza di Kolow era in proprietà immobiliari. Con l'ex lavorare con il cibo e quest'ultimo sapendo sulle posizioni immobiliari e gli acquisti, la costruzione di una catena di ristoranti sembrava una forma naturale.

"Ho visto la tendenza nei negozi gourmet che la gente voleva acquistare semplici, semplici alimenti quotidiani", ha detto Cores a un intervistatore. La loro idea era quella di fornire cibo fresco e sano come quello che serviva in quei negozi, ma consegnato velocemente come fast food, con il prezzo notevolmente più vicino a quello del fast food.

Nel 1989, George Naddaff, che aveva aperto il primo negozio Kentucky Fried Chicken nella zona di Boston, controlla Boston Chicken. Continuò a tornare, perché non amava solo il cibo ma anche il modello del ristorante. Precedentemente non disposto a vendere, Cores e Kolow credevano in Naddaff e gli avevano venduto la società.

Naddaff ha mantenuto Cores per aiutare a guidare New Boston Chicken Inc., mentre Kolow ha mantenuto il controllo dell'originale ristorante Newton.

Nel 1991, il negozio medio di Boston Chicken stava facendo $ 800, 000 all'anno. A questo punto, Saad J. Nadhir, un esecutivo di Blockbuster Video, ha seguito il modello di Naddaff, vedendo la linea uscendo da un negozio di Boston Chicken.

Impressionato, lui e il suo compagno Blockbuster Scott Beck hanno acquistato la catena, e alla fine del 1992 ci sono stati 217 negozi in tutta l'U.S., che hanno fatto 154 milioni di dollari nelle vendite annuali. A questo punto, la sede dell'azienda è stata spostata dalla sua città omonima a Golden, Colorado, dove anche Beck si era mosso. Nel 1995, il nome è stato cambiato a Boston Market, per riflettere il fatto che i negozi hanno ora venduto altre carni come principali, tra cui tacchino, prosciutto e polpettone.

Vendita a McDonald's

Alla primavera del 1997, la società aveva oltre 1, 100 ristoranti e oltre $ 1 miliardo di vendite annuali. Ma il tentativo di espandersi sul mercato internazionale si è allungato troppo sottile e un grande debito è stato sollevato per finanziare questo.Nell'ottobre 1998, la società ha presentato il fallimento del capitolo 11 e quasi 400 negozi saranno chiusi. Nel maggio 2000, McDonald's ha acquistato Boston Market per 173 milioni di dollari.

Con il team di business di McDonald's dietro, il Boston Market è riuscito a rimbalzare e ha cominciato a vendere alcuni dei suoi articoli come pacchetti di prodotti surgelati nei supermercati, apparentemente una contraddizione del messaggio dei proprietari originali. Nel 2007, con il numero di ristoranti stabilizzati a oltre 500, McDonald's ha venduto la società a Sun Capital Partners.