Il sesso vende veramente in pubblicità?

Il sesso vende veramente in pubblicità?
Contenuto Dell'Articolo:
Sentirete la frase spesso quando entrate nell'industria pubblicitaria: SEX SELLS. Ma è vero questo? Le persone acquistano veramente un prodotto solo perché hanno delle immagini immaginabili sessualmente stimolanti? Il pubblico è consapevole del fatto che i trigger vengono utilizzati per attirarli a determinati prodotti o servizi?

Sentirete la frase spesso quando entrate nell'industria pubblicitaria: SEX SELLS. Ma è vero questo? Le persone acquistano veramente un prodotto solo perché hanno delle immagini immaginabili sessualmente stimolanti? Il pubblico è consapevole del fatto che i trigger vengono utilizzati per attirarli a determinati prodotti o servizi? E cosa ancora più importante, rispondono a nessuno? Prendiamo un tuffo nelle acque torbide del sesso e della pubblicità.

Che cosa è il sesso nella pubblicità?

Semplicemente, il sesso nella pubblicità è l'uso di immagini immaginarie sessualmente provocanti o erotiche (o suoni, suggerimenti e messaggi subliminali) specificamente progettati per suscitare interesse per un particolare prodotto, servizio o marchio.

In genere, il sesso si riferisce a bellissime donne (e sempre più uomini belli) che sono usati per attirare in uno spettatore, un lettore o un ascoltatore, nonostante un legame inesistente e legato al marchio pubblicizzato.

In tutta la storia, il sesso è stato usato per vendere.

È stato detto che, come esseri umani, abbiamo una lucertola o un cervello rettiliano che risponde a determinati appelli primordiali. Il cibo è uno. Sesso e riproduzione sono sicuramente altri. Questa disposizione pre-programmata per rispondere alle immagini sessuali è così forte, è stata utilizzata da oltre 100 anni nella pubblicità. E l'industria, pur abusando sempre di più, sarebbe sciocco ignorare il sorteggio di messaggi sessuali e erotici.

In particolare, l'alcol, la moda, il profumo e le auto s hanno creato forti legami con il sesso.

Così, il sesso in realtà vende?

Sì, il sesso vende. È un fatto. Le riviste popolari di uomini come Maxim e FHM hanno spesso sperimentato con le loro copertine. Soprattutto quando una donna sexy e semi-nuda appare sulla copertina, supera un'immagine di una stella maschile, anche se quella stella è qualcuno che vuole leggere.

Quando gli annunci sono più sessualmente provocatori, gli uomini in particolare sono irresistibilmente attratti da loro. È genetica semplice. Gli uomini rispondono alle immagini sessuali. Se il tuo annuncio crea una situazione sessuale, otterrà la risposta desiderata. Tuttavia, ciò non significa che possa vendere nulla. Ci deve essere un contesto.

Il sesso può spegnere i clienti

C'è una linea sottile, e troppo spesso in questi giorni marchi stanno andando avanti. I consumatori sono umani, risponderanno, ma sono anche persone intelligenti e ben educate che presto capiranno di essere manipolate.

La gente può acquistare il tuo prodotto una o due volte a causa dell'interazione erotica, ma se il prodotto non è un bene, non ti terrà per lungo tempo i clienti. Non solo, si sentirà truffato, parlato o pronto a patrocinare. E questo comporterà uno sforzo molto maggiore da parte dell'inserzionista per riconquistare quella fiducia.

Alla fine della giornata, le immagini sessuali possono attirare un certo demografico al tuo prodotto o servizio, ma deve essere legata legame. Anche le marche della birra stanno cominciando a rendersi conto.

Il sesso può vendere ... Ma questi giorni, l'attivismo sta facendo un lavoro migliore

Date un'occhiata agli annunci Super Bowl prodotti per il gioco del 2017. A differenza degli annunci di Super Bowl del passato, che caratterizzavano i "gemelli", Paris Hilton che mangiava un hamburger e altre immagini sessuali, quest'anno era molto più grande. Non si basava intorno a sesso, sessualità, immagini erotiche, video provocatori o suoni suggestivi.

No, sembra che i recenti sconvolgimenti politici e l'enorme interesse verso la direzione dell'America abbiano causato un grande cambiamento nel modo in cui i marchi afferrano l'attenzione.

Il sesso può vendere. Ma l'attivismo, i messaggi politici e le cause degne lo trionfano (pardon the pun) in ogni categoria.

Il fuoco è passato dal titillation a qualcosa di molto più grave. I marchi ora stanno prendendo posto sull'immigrazione, sul clima, sui prodotti ecologici, sulla retribuzione uguale per le donne, sul razzismo, sul sessismo e molto altro ancora. E mentre questo argomento pesante potrebbe essere stato troppo per i pubblici precedenti, il consumatore moderno lo consuma.

Ricordati, ora viviamo in una società che dà sesso e pornografia su richiesta, con un semplice tocco di un pulsante. È facile da ottenere. Quindi le donne scarsamente vestite negli annunci non stanno per fare l'impatto sociale che un messaggio politico duro che farà. Questa è la nuova realtà.

Il futuro del sesso nella pubblicità

Il sesso è qui per rimanere, ma non sarà rappresentato in maniera prominente nella messaggistica di massa. L'aumento di Internet negli ultimi 20 anni ha prodotto una linea diretta per un materiale sessuale molto più forte e grafico per entrare nelle case dei consumatori. Hanno accesso a quasi tutto quello che vogliono, gratuitamente. Perché prestano attenzione ad una campagna che utilizza il sesso in modo più equo? Sì, ci saranno sempre donne e uomini semi-nudo, e l'enunciazione, ma come esplorato sopra, la condivisione sociale lo supererà. È molto più facile condividere un potente messaggio politico che un falso.

-

Usa Sesso appropriatamente Se pubblici un deodorante maschile come Ax (Lynx nel Regno Unito) o lingerie come Victoria's Secret, essere un pazzo per trascurare un tale meccanismo di vendita forte. Ma se stai cercando di vendere un tosaerba o un nuovo divano con nudità e sesso, stai facendo il tuo prodotto un grave disagio. Sì, avrai attenzione. Ma è l'attenzione sbagliata e non porterà ad un marchio più grande e migliore. Il sesso, usato in modo ridotto e giudiziale, è uno strumento di vendita forte. Abusatelo, e alla fine avrete perso.