Cosa si deve sapere sulla copertura valutaria

Cosa si deve sapere sulla copertura valutaria
Contenuto Dell'Articolo:
Nel contesto dei fondi obbligazionari, la copertura valutaria è la decisione del gestore del portafoglio di ridurre o eliminare l'esposizione del fondo al movimento delle valute estere. Ciò è in genere ottenuto acquistando contratti futures o opzioni che si muoveranno nella direzione opposta delle valute che il fondo detiene.

Nel contesto dei fondi obbligazionari, la copertura valutaria è la decisione del gestore del portafoglio di ridurre o eliminare l'esposizione del fondo al movimento delle valute estere. Ciò è in genere ottenuto acquistando contratti futures o opzioni che si muoveranno nella direzione opposta delle valute che il fondo detiene.

Il modo migliore per comprendere la copertura valutaria è guardare ad un esempio. Dire che un gestore di fondi vuole acquistare un milione di dollari U. di dollari di prestiti obbligazionari emessi dal governo canadese, ma ha una prospettiva negativa sul dollaro canadese.

Il gestore può acquistare le obbligazioni, poi "coprire" la valuta acquistando un investimento che si muove in direzione opposta del dollaro canadese. Se la valuta cade del 5%, la copertura guadagna il 5% e l'effetto netto è zero. Sul lato opposto, se la valuta guadagna il 5%, il valore della copertura diminuirà del 5%. In entrambi i casi, l'impatto della valuta viene neutralizzato.

Perché questo è importante? Ancora, un esempio fornisce la migliore illustrazione. Usando lo stesso esempio dall'alto, diciamo che un anno dopo i titoli governativi canadesi sono invariati nel prezzo, il che significa che nessun guadagno o la perdita del valore della posizione. Se il valore del dollaro canadese scenderà del 5%, tuttavia, l'investitore vedrà che il valore della posizione del dollaro US $ 1 milione scende a $ 950.000, anche se il valore delle obbligazioni stesse è invariato. La ragione di questo è che l'investitore deve scambiare i dollari U. in dollari canadesi per effettuare l'acquisto.

Per copertura, il gestore rimuove il rischio di essere danneggiato da movimenti valutari sfavorevoli.

Protezione di Valuta sul Lavoro

La copertura è tipicamente impiegata in due modi. In primo luogo, un manager può coprire "opportunisticamente. "Questo significa che il gestore sarà titolare di obbligazioni estere nel suo portafoglio, ma solo la copertura quando la prospettiva di alcune valute è sfavorevole.

In un semplice esempio, il gestore ha investito il 20% del portafoglio in cinque paesi: Germania, Regno Unito, Canada, Giappone e Australia. Il direttore non ha opinioni sulla maggior parte delle valute sottostanti, ma ha una visione estremamente negativa sullo yen giapponese. Il gestore può scegliere di coprire solo la posizione in Giappone e mantenere la copertura finché non ha una visione più favorevole sullo yen. Vedrai spesso che questo si riferisce alla letteratura del fondo come "copertura tattica" delle valute.

Il secondo modo di copertura è utilizzato nei fondi che sono coperti come parte del loro mandato. In genere, il termine "hedged" verrà utilizzato anche in nome del fondo. In questi casi, ogni posizione è coperta in modo che il fondo non abbia alcuna esposizione in valuta estera.

Quale differenza fa per i rendimenti dei fondi?

La differenza può effettivamente essere sostanziale nel breve termine. Le valute possono fare grandi movimenti in periodi di tempo relativamente brevi, quindi possono esistere forti differenze tra l'andamento dei portafogli coperti e non coperti in un dato trimestre o anno di calendario. Su una base a più lungo termine, tuttavia, la differenza non può andare fino a molto, in quanto le valute del mercato sviluppato non sono il tipo di asset che fornisce un apprezzamento a lungo termine.

Scelta fra fondi obbligazionari stranieri non coperti e non garantiti

Un buon modo per acquisire una posizione in obbligazioni estere è quello di acquistare uno o più fondi comuni di investimento o ETF specializzati nelle obbligazioni straniere di uno o più paesi. Ciò consente di diversificare le proprie obbligazioni con un piccolo investimento. Come sempre, cercare fondi o ETF con basse commissioni di gestione: diversi studi indipendenti sui fondi e sulle commissioni hanno determinato che esiste una relazione inversa tra le commissioni di fondo e le prestazioni - le commissioni di gestione più elevate, peggio le prestazioni.

Teoricamente, un investitore può scegliere un fondo coperto o non protetto sulla base di recenti movimenti in valuta. Ad esempio, se il dollaro si fosse comportato in maniera particolarmente scarsa nell'anno precedente (il che significa che sarebbe più probabile recuperare nel corso dell'anno, equivalente ad una perdita di valore delle valute estere), un investitore potrebbe vedere prestazioni migliori da un hedged portafoglio.

In pratica, tuttavia, la previsione dei movimenti in valuta è prossima all'impossibilità. Invece, considerate la propria tolleranza al rischio. I portafogli non coperti presentano una maggiore volatilità, mentre i portafogli coperti forniscono risultati più lisci. Per i fondi che coprono "opportunisticamente" o "tatticamente", guardano il loro record. Se il fondo ha dimostrato una sottopaganda costante, chiaramente il loro approccio non funziona.

Per ulteriori informazioni sull'impatto delle valute sulla performance dei fondi obbligazionari, vedere questo articolo: Come influisce un forte dollaro sui fondi obbligazionari internazionali?