Una breve storia di pubblicità politica negli Stati Uniti

Una breve storia della pubblicità politica negli USA
Contenuto Dell'Articolo:
Chiunque sia stato negli Stati Uniti durante l'esordio a un'elezione presidenziale saprà tutto sulla pubblicità politica. Per dire che bombardano spettatori televisivi, ascoltatori radiofonici e chiunque veda un cartellone pubblicitario, sarebbe un vasto understatement. La pubblicità politica diventa sempre più grande, in termini monetari, con una stima di 4 miliardi di dollari spesi nell'anno elettorale del 2012.

Chiunque sia stato negli Stati Uniti durante l'esordio a un'elezione presidenziale saprà tutto sulla pubblicità politica. Per dire che bombardano spettatori televisivi, ascoltatori radiofonici e chiunque veda un cartellone pubblicitario, sarebbe un vasto understatement. La pubblicità politica diventa sempre più grande, in termini monetari, con una stima di 4 miliardi di dollari spesi nell'anno elettorale del 2012. E nel 2016, la lotta tra Donald Trump e Hillary Clinton ha visto tutto il mondo guardare agghiacciante.

Ma da dove proveniva, e come è cambiato?

All'inizio gli annunci politici erano scarsi.

Era l'alba della televisione che ha cambiato il modo in cui i politici hanno raggiunto il pubblico. Prima di tutto, si trattava di uscire, di incontrare gli elettori, di tenere discussioni in città e di stringere la mano. Infatti, nel 1948 Harry S. Truman copriva oltre 31.000 miglia in America, scuotendo oltre mezzo milione di mani! Questo è stato un bel risultato, ma oggi sarebbe sorprendente. Nessun candidato avrebbe mai messo tale tipo di impegno nel meeting-e-saluto quando la pubblicità può fare un lavoro molto più efficace.

Il candidato presidenziale Dwight D. Eisenhower è stato il primo politico a sfruttare veramente questo nuovo mezzo, creando 40 spot televisivi di ventidue. Sono stati filmati in un solo giorno presso la Radio City Music Hall e il contenuto era semplice - Eisenhower prese le domande dal pubblico e rispose loro nel suo marchio "no bull".

Queste domande sono state suddivise in annunci e la campagna "Eisenhower Answers America" ​​è stata eseguita ed è stata in ultima analisi la responsabilità di vincere le elezioni.

Da Nixon e Kennedy a Johnson - l'aumento della campagna negativa.

Dopo Eisenhower, il potere della televisione non poteva essere dubitato. Gli indirizzi televisivi di Nixon nella sua campagna presidenziale, che coprivano la guerra fredda e la corruzione del governo, erano molto potenti.

Tuttavia, John F. Kennedy era un uomo che è nato per essere in macchina e ha creato oltre 200 annunci televisivi nella sua corsa per la Casa Bianca. Aveva la grazia, era a suo agio e sembrava affilato e fiducioso. Nixon, d'altra parte, era nervoso sulla macchina fotografica, aveva sudato sulla fronte e sembrava turbato. Ironia della sorte, quando i dibattiti furono trasmessi televisivi, la gente pensava che Kennedy era il vincitore chiaro, mentre quelli che ascoltano sulla radio pensavano l'esatto contrario.

Dopo la morte di Kennedy, Lyndon B. Johnson ha eseguito uno degli annunci più potenti della storia pubblicitaria politica. Titolato "La Ragazza Daisy", ha mostrato a una giovane ragazza che suona "lui mi ama, non mi ama" e quando l'ultimo petalo è stato spazzato, una voce è contata fino ad un'esplosione nucleare. Stava parlando di propaganda, ma funzionava.Il tagline "perché i pali sono troppo alti per te a rimanere a casa" era il chiodo finale della bara per il concorrente liberale di Johnson, Barry Goldwater. Il riscontro finale di 44 stati a 6 ha dimostrato l'efficacia della campagna negativa e la portata della televisione.

Nei decenni successivi, fino ad oggi, la maggior parte degli annunci politici sono andati all'attacco. Un annuncio politico sembra essere più potente quando sta dicendo "non votare per questo candidato" piuttosto che "votarmi perchè ..." McGovern ha cercato di allontanarsi da queste tattiche, ma alla fine ha dovuto eseguire annunci di attacco a guadagnare qualche slancio.

Reagan ha usato in modo efficace gli attacchi contro Carter e George H. W. Bush ha ridicolizzato il suo avversario. Questo stile è divenuto la norma.

La prima Clinton e poi Obama - la pubblicità politica raggiunge nuovi media

È giusto dire che William J. Clinton è stato il primo candidato alla presidenza ad utilizzare in modo efficace più delle forme non tradizionali di un annuncio politico. Piuttosto che gestire una campagna composta esclusivamente da spot televisivi, annunci radiofonici e cartelloni pubblicitari, ha diffuso la sua portata molto più ampia. Appare su spettacoli televisivi di giorno e trovare la sua strada su canali come MTV. Ciò ha aggravato l'attenzione dei giovani elettori e si è collegato ai giovani che gli hanno vinto le elezioni nel '92 e la rielezione nel '96.

Ma quando si tratta di una pubblicità politica moderna, Barack Obama ha cambiato il gioco. Anche se ha usato i media tradizionali e ha eseguito alcuni punti negativi, la sua campagna è stata basata su un messaggio positivo - Speranza.

E, ha usato internet e pubblicità bellissima di guerriglia. L'artista Shepard Fairey (presente in questo documentario) ha creato un manifesto iconico che è stato visto in strade in tutta l'America.

I blog di Internet e le schede di messaggio hanno portato il messaggio di speranza in tutta la nazione. L'uso da parte di Obama dei metodi moderni, più la sua giovinezza e il suo fascino, ha totalmente appoggiato il suo molto più vecchio avversario repubblicano John McCain. Il One Show, tra gli altri riconoscimenti premiati, ha riconosciuto il potere di questa campagna come una svolta nella pubblicità politica moderna. Senza dubbio definirà il futuro della pubblicità politica in America e in tutto il mondo. Ma purtroppo ... non il ciclo elettorale del 2016 che seguì.


Donald Trump e Hillary Clinton - la battaglia storica del 2016 della bizzarra
Al momento di pubblicare questo articolo, il vincitore della corsa presidenziale del 2016 non è ancora stato deciso. Ma una cosa è certa. Il 2016 è stato un commutatore di giochi, con la retorica di Donald Trump che ha dato la sua campagna milioni e milioni di dollari in media guadagnati senza spendere un centesimo. Il 2016 ha anche visto alcune delle campagne più divisive nella storia della pubblicità politica moderna e ha creato gruppi di odi, diffidenza e una sensazione di cattiva volontà verso le elezioni.

La campagna elettorale cambierà per le campagne del 2016? Deve. Ma qualunque cosa succeda, la battaglia del 2016 scenderà nella storia come la battaglia più bizzarra dell'età moderna.