Piani di emergenza dell'aeroporto

Piani di emergenza aeroportuali (AEP)

Ti sei mai chiesto come funzionano le operazioni di emergenza dell'aeroporto? Cosa succede nei momenti dopo un incidente aereo? Ebbene, gli aeroporti dispongono di un piano di emergenza aeroportuale dettagliato (AEP) per aiutare tutti a occuparsi delle conseguenze di un'emergenza o di un disastro.

Un piano di emergenza aeroportuale tipico prevede diversi componenti diversi e viene generalmente creato e attuato dal gestore aeroportuale o da un coordinatore di risposta alle emergenze.

Ecco una breve descrizione di chi è coinvolto in un piano di risposta d'emergenza aeroportuale e come funziona:

Parti che potrebbero essere coinvolte in un AEP:

Ci sono sempre parecchi partiti coinvolto nella creazione e nell'esecuzione di un AEP. Ecco un elenco di poche persone e gruppi che aiutano a coordinare un AEP:

  • Responsabile aeroportuale
  • Responsabile aeroportuale
  • Responsabile aeroportuale
  • Squadra di sicurezza aeroportuale
  • Operatori aerei e altri occupanti aeroportuali
  • Controllo del traffico aereo
  • Squadre di gestione delle emergenze comunitarie
  • Enforcement di legge locali
  • Ospedali locali e altre squadre mediche
  • Organizzazioni di soccorso reciproco locali e federali e organizzazioni di soccorso, come la Croce Rossa americana e FEMA
  • Media outlet > FAA
  • NTSB, nel caso in cui sia necessaria un'indagine sugli incidenti aerei
  • FBI, in caso di atto terroristico o di sicurezza nazionale
  • Agenzie militari, se disponibili
  • Formazione di un AEP

    La creazione di un AEP non è un compito semplice.

    Innanzitutto, occorre fare ricerche per formulare il miglior piano basato su molti altri piani, come il piano di risposta alle emergenze della città, le ordinanze locali, i piani OSHA e EPA, piani di risposta alle emergenze regionali e federali e persino i piani individuali di trasporto aereo.

    In secondo luogo, un AEP deve rispettare numerose normative provenienti da diverse agenzie come OSHA, FAA e Dipartimento dei Trasporti (DOT).

    Quindi, occorre fare un'analisi per individuare i pericoli del particolare aeroporto coinvolto con l'AEP. Ad esempio, un aeroporto potrebbe essere soggetto ad attività vulcanica o tornado, mentre un altro potrebbe essere in una zona ad alto rischio per un attacco terroristico.

    Una volta individuati i pericoli potenziali e una valutazione dei rischi completata, un coordinatore di risposta alle emergenze dell'aeroporto può iniziare a sviluppare piani per scenari specifici. Ad esempio, ci sarà un piano diverso per un incidente aereo che per una minaccia di bomba.

    La creazione di un AEP richiede più riunioni con diversi gruppi di persone e più revisioni prima del completamento. Una volta completata, il test AEP può iniziare.

    Formazione, esercizi e esercizi:

    Un AEP è sempre rivisto. Una delle cose che aiuta i dirigenti e i coordinatori a sviluppare il miglior piano possibile è quello di praticare nuovamente il piano, esaurendo scenari diversi e utilizzando tutte le risorse disponibili per assicurarsi che tutte le parti conoscano il loro ruolo nel caso in cui si verifichi un'emergenza.Esistono alcuni metodi diversi per testare il successo potenziale di un AEP:

    Formazione: la formazione deve essere approfondita e frequente. Ci sono molte persone che hanno bisogno di familiarità con l'AEP, quindi i manuali di formazione generalizzati e le sessioni in classe sono scelte popolari per allenare molte persone contemporaneamente. Dovrebbe essere anche una formazione specializzata per determinati gruppi, a seconda del ruolo di ciascuno. I primi rispondenti, i vigili del fuoco, la sicurezza degli aeroporti e altri avranno bisogno di una formazione specifica su come gestire le ferite, la folla e i media, nonché come gestire le informazioni sensibili, proteggendo la scena del disastro.

    1. Trapani: si possono praticare esplosioni, minacce di bombe e manipolazione di materiali pericolosi. Le foratrici si concentrano tipicamente su un singolo aspetto dell'APE, come ad esempio comunicare a tutti, come assicurare il processo di comunicazione o come gestire le prove.
    2. Esercizi: Un esercizio può essere un esercizio da tavolo, un esercizio funzionale o un esercizio su larga scala.
    3. L'esercizio a tavoletta è il più semplice, in quanto riguarda semplicemente un'atmosfera di incontro e una discussione sulle limitazioni e miglioramenti AEP che potrebbero essere fatti.

      Un esercizio funzionale coinvolge uno scenario fingere con vincoli di tempo e obiettivi per il completamento, ma non coinvolge tutti gli aspetti di un AEP.

      Un esercizio dal vivo, chiamato anche esercizio fisso, include una simulazione dal vivo di un evento di emergenza, ad esempio un incidente aereo. Le esercitazioni su larga scala coinvolgono molti gruppi, tra cui squadre di reazione alle emergenze, la Croce Rossa, hotel locali, vigili del fuoco, polizia, personale operativo aereo, investigatori NTSB, ecc.

      L'ambito di un esercizio dal vivo dipenderà dai requisiti dell'aeroporto (alcuni aeroporti sono tenuti a completare l'esercizio su scala mondiale ogni tre anni), il tipo di scenario che si sta provando e la disponibilità di gruppi associati. In molti casi, è molto reale, anche coinvolgendo attori che fingono di essere feriti passeggeri, come in questo esercizio su scala a Chicago.

      Elementi AEP:

    Secondo una circolare consultiva della FAA in materia di orientamenti per gli AEP, gli elementi di un AEP di solito includono quanto segue:

    Un elenco delle parti coinvolte e le responsabilità primarie di ciascun gruppo durante e dopo disastro.

    • Un elenco di persone chiave che verranno avvisate in caso di emergenza e di quello che ciascuna persona sarà.
    • Procedure di notifica, inclusi i metodi di comunicazione e l'ordine in base alla quale le persone saranno avvisate.
    • liste di controllo specifiche per diversi scenari.
    • Una descrizione di come e quando le informazioni saranno diffuse al pubblico, compresi chi comunicherà ai media e quali informazioni saranno rilasciate, prestando particolare attenzione alle informazioni sensibili.
    • Una descrizione delle tecniche di evacuazione e protezione, nonché la gestione delle risorse locali e federali.
    • Informazioni su come proteggere l'area, consentendo alle persone di entrare e uscire da zone pericolose e aree di informazione sensibili.
    • Guida per le attività antincendio, salute e feste mediche.
    • Istruzioni su come e quando ottenere risorse aggiuntive, gestione degli impianti aeroportuali e sicurezza.
    • Mappe aeroportuali, luoghi di costruzione e informazioni sull'aeroporto.