7 Notevoli donne in pubblicità

7 Notevoli donne in pubblicità

Dicono che la pubblicità è un gioco dell'uomo e è giusto dire che l'industria è dominata dagli uomini. La conferenza del 3 per cento tenta di portare questa ingiustizia alla luce, sottolineando il fatto che solo il 3 per cento dei direttori creativi sono donne. Tuttavia, nonostante le enormi probabilità, alcune donne hanno lanciato un sentiero nella pubblicità, lasciando un segno indelebile che metterà i loro nomi come alcuni dei più grandi influenzatori del settore.

Mary Wells Lawrence

Non puoi parlare di donne in pubblicità senza dire il nome di Mary Wells Lawrence. Nato nel 1928, a Youngstown, Ohio, Lawrence è forse più famoso per essere il primo amministratore femminile di una società quotata alla borsa di New York. Tuttavia, la sua influenza sulla pubblicità era fenomenale, e anche se non conosci il suo nome, certamente conosci qualche parte del suo lavoro.

Solo quattro anni dopo si è unita a Doyle Dane Bernbach, e l'agenzia in aumento che diventerà uno dei più influenti nella storia della pubblicità.

Una delle sue più importanti campagne era "Plop, plop, fizz, fizz" per Alka Seltzer. Lawrence ha effettivamente suggerito che l'annuncio mostra che due tavolette vengono messe nel bicchiere, implica che le persone usano due ogni volta che prendono il rimedio. Questo ha venduto ancora di più Alka Seltzer. Altre campagne includono: "Non posso credere di aver mangiato tutto" e "Prova, ti piacerà" per Alka Seltzer; "AMO NEW YORK"; "Fidati il ​​tocco di Midas" per Midas; "Alza la tua mano se sei sicuro" per Sure Deodorant.

Dopo DDB, Lawrence è andato a lavorare per Jack Tinker e la sua agenzia Jack Tinker and Partners. Questa era un'agenzia rivoluzionaria, che era molto più simile a un think tank e divenne noto in tutto il mondo come "pensatori di Tinker". "Una campagna di Lawrence che è emersa è stata" La fine del piano pianeggiante "per Braniff International Airways. La campagna è stata fondamentale per la svolta e per l'eventuale successo della compagnia aerea.

Quando viene chiesto il suo processo creativo, Lawrence ha risposto: "Non puoi essere solo tu.Devi raddoppiare. Devi leggere libri su argomenti che non conoscete nulla. Devi viaggiare in luoghi che non avevi mai pensato di viaggiare. Devi incontrare ogni tipo di persona e allungare ininterrottamente ciò che sai. "

Phyllis Kenner Robinson

Nato nel 1921 a New York City, Robinson è un'altra donna che ha creato alcuni dei migliori lavori per uscire l'età d'oro della pubblicità. Anche se ha ottenuto un diploma di laurea in sociologia dal Barnard College, Robinson ha voluto essere uno scrittore. Dopo aver iniziato la sua carriera a Bresnick e Solomont, si è iscritta a Gray Advertising. Era qui che avrebbe incontrato un certo William Bernbach, che ha continuato a trovare Doyle Dane Bernbach; Robinson e il suo art director Bob Gale erano lì sin dall'inizio.

Robinson è stato il primo copywriter principale del DDB, supervisionando una squadra che includeva Mary Wells Lawrence, che è entrato a far parte dell'azienda nel 1957. Durante la sua carica a DDB, Robinson ha seguito un vasto numero di campagne ancora oggi ricordate leggendario "Non devi essere ebreo per amare la vera e propria rovina ebraica di Levy" per Henry S Levy and Sons. Altri clienti notevoli includono Orbach, Polaroid, El Al Airlines e Volkswagen.

Infatti, è stato il lavoro su Orbach che ha portato il Beetle VW a DDB, con un dirigente VW che dice "vogliamo che l'agenzia fa Orbach. "La campagna del Beetle è considerata il più grande di tutti i tempi e ha avviato una rivoluzione creativa.

Tiger Savage

Con un nome come Tiger Savage, come non potresti fare bene nella pubblicità? Dopo l'allenamento presso la Scuola delle Arti della Comunicazione, sotto la guida del grande Paul Arden, Savage si è unito al negozio molto creativo Simons Palmer Denton Clemmow & Johnson. Qui ha lavorato su giganti di chip blu come BT, Nike e Virgin. Poi si trasferisce alla potenza Bartle Bogle Hegarty, vincendo numerosi premi per il lavoro su Coca-Cola, Levis e Unilever. Il suo famigerato effetto The Lynx (l'effetto asce nell'U.ssa) è una delle campagne più riconosciute nella pubblicità moderna.

Dopo BBH, Savage si trasferì a Leagas Delaney, seguito da M & C Saatchi. È qui che ha trascorso la maggior parte della sua carriera, rassegnandosi dopo 11 anni per diventare consulente. Ha citato le sue lunghe ore come la ragione, dicendo: "Penso che noi [donne] dobbiamo lavorare due volte duro perché ci sono molti testosterone nei dipartimenti creativi. E poi sono le ore. È difficile se hai figli. Non ho figli, che potrebbe dire molto, senza dire niente. Mi rende talvolta triste. "Ora è il co-fondatore di Savage & King Ltd, con il marito Will King.

Jean Wade Rindlaub

Nato nel 1904 a Lancaster, in Pennsylvania, Rindlaub è stata una delle prime donne ad essere un importante promotore pubblicitario. Rindlaub si trasferì a New York nel 1930 per seguire il suo sogno di lavorare nella pubblicità. Nel giro di un mese, ha iniziato a lavorare presso l'agenzia prestigiosa chiamata Batten, Barton, Durstine & Osborn (meglio noto oggi come BBDO), come segretario.Tuttavia, la sua ambizione era enorme e fu rapidamente promossa nella posizione di copywriter, per le sue esperienze nelle donne e sulla prospettiva femminile (qualcosa che rispecchiava nella trama dei "Mad Men" della TV). E non solo ha eseguito campagne brillanti, ma ha fatto ricerche approfondite per orientare le reali esigenze delle donne.

Alcune delle sue campagne più memorabili includono quelle per il Bond Bread, le scarpe Enna Jettick, la Soup di Campbell, l'Abbigliamento Carter, il General Mills e la United Fruit Company. Tuttavia, il suo lavoro per Oneida durante la Seconda Guerra Mondiale è una delle sue più memorabili e impegnative. "Back Home for Keeps" non era solo una campagna pubblicitaria, ma un vero simbolo di speranza. Rindlaub è stato rapito nel Public Advertising Hall of Fame nel 1989.

Helen Lansdowne Resor

All'inizio del XX secolo, un'azienda chiamata World Manufacturing Co., produttore di preparazioni per il bagno, assunse Helen Lansdowne direttamente dall'alto scuola. Fu l'inizio di una serie di movimenti di carriera che avrebbero portato Lansdowne nel mondo pubblicitario come copywriter. Dal 1908 Stanley Resor (che più tardi avrebbe sposato Lansdowne) aprì un ramo di Chicago J. Walter Thompson Co. e assunse Lansdowne come il primo copywriter femminile dell'agenzia. Questo non era un piccolo risultato in quel momento, quando le donne non erano di solito considerate per ruoli come questa nella pubblicità.

Da quel ruolo, Lansdowne è diventato un inserzionista e un marketing di successo fenomenale, producendo campagne per clienti tra cui Crisco, Woodbury Soap Facial, Cold Creek di Pond, la Croce Rossa, YMCA e il governo. Lansdowne ha promosso varie forme di pubblicità ancora oggi utilizzate, tra cui annunci pubblicitari che promuovono i prodotti mentre si assomigliano agli editoriali circostanti. Ha anche portato Norman Rockwell in JWT come illustratore. Lansdowne ha avuto un'influenza enorme sul futuro della pubblicità ed è stato inserito nella Sala Pubblicità di Fama nel 1967. E la borsa di studio di Helen Lansdowne continua ad aiutare le donne ad avere ruoli creativi nella pubblicità fino ad oggi.

Bernice Fitz-Gibbon

Nato nel 1894, Bernice Bowles "Fitz" Fitz-Gibbon è cresciuto in una fattoria a Waunakee, nel Wisconsin. Ha conseguito la laurea presso l'Università di Wisconsin-Madison e ha lavorato a piccoli quotidiani prima di trasferirsi a New York nel 1926. Qui ha lavorato all'account di Macy ed è stato responsabile del tagline "È intelligente essere economica. "Il suo comando della lingua inglese, accoppiato con il suo spirito e l'intelligenza, l'ha resa una forza potente nell'industria pubblicitaria.

Durante la sua lunga carriera di oltre 40 anni, ha avviato una rivoluzione nelle promozioni dei negozi, creando alcuni tra i più memorabili annunci e taglines mai scritti. Fitz-Gibbon credeva che la sua più grande realizzazione in quel tempo era nella pubblicità al dettaglio, creando qualcosa chiamato "costruire". "Questa è stata una tecnica che ha utilizzato i piccoli spazi in cima agli annunci giornalieri per raccontare storie positive sui negozi. La sua abilità con le parole è diventata una leggenda, e mentre insegnava giovani talenti come scrivere, essendo "Fitz-trainato" era qualcosa che potresti vantarvi sul tuo curriculum.Fitz-Gibbon è stato inserito nella Sala Pubblicità di Fama nel 1981.

Shirley Polykoff

Nato e cresciuto a Brooklyn nel 1908, Polykoff ha iniziato la sua carriera nell'industria della rivista come adolescente. Ha lavorato al Bazaar di Harper, prima di trasferirsi nei negozi al dettaglio tra cui Bamberger e Kresge. Ma nel 1955, la sua carriera è decollata quando ha atterrato un lavoro a Foote, Cone & Belding. Qui, ha assunto l'account Clairol e ha creato una delle campagne di maggior successo nella storia della pubblicità. La linea epica "Lo fa, o no? "Perché Clairol era impossibile ignorare e aveva un profondo effetto sulle donne americane. Prima della campagna, il 7% delle donne negli Stati Uniti tingé i capelli. Dopo, è stato più del 50 per cento, e le vendite di tinte e coloranti sono aumentati da 25 milioni di dollari a più di 200 milioni di dollari.

Risultati come quelli che hanno reso Polykoff una risorsa preziosa per FC & B, e si è alzata per diventare vice presidente esecutivo e direttore creativo. Dopo aver lasciato la FC & B, Polykoff ha iniziato la propria agenzia, e ancora una volta, la sua guida esperta ha reso la società milioni di dollari. Polykoff è stato assegnato la Pubblicità Donna dell'anno nel 1967 ed è stato inserito nella Sala Pubblicità di Fama nel 1980.