3 Cause-Marketing Trends per i nonprofit e i loro partner commerciali

Tre cause di marketing tendenze per nonprofit
Contenuto Dell'Articolo:
Il marketing relativo alla causa è diventato grande attività per i non profitti ei loro partner commerciali. Recenti ricerche mostrano come la commercializzazione di cause popolari sia con i consumatori e che cosa sia il futuro per questa industria in forte espansione. Causa la commercializzazione, anche se certamente non nuova, è diventata nota negli anni ottanta con la partnership altamente visibile e fruttuosa tra American Express e il progetto di restauro della Statua della Libertà.

Il marketing relativo alla causa è diventato grande attività per i non profitti ei loro partner commerciali. Recenti ricerche mostrano come la commercializzazione di cause popolari sia con i consumatori e che cosa sia il futuro per questa industria in forte espansione.

Causa la commercializzazione, anche se certamente non nuova, è diventata nota negli anni ottanta con la partnership altamente visibile e fruttuosa tra American Express e il progetto di restauro della Statua della Libertà.

Quale sarà il futuro per la causa del marketing? Tre tendenze possono prevedere dove causare i marketers andare avanti.

La tendenza per il marketing di causa è sicuramente in su e rosa. La tenuta degli affari responsabile per il modo in cui trattare il pianeta, la loro gente e i consumatori ha raggiunto oltre un pubblico di nicchia per un movimento in tutto il mondo.

Con i consumatori nove in dieci che si aspettano che le aziende fanno più di un semplice profitto, Cone Communications ha approfondito il suo annuale studio CSR di Ebiquity Global

.

Quel sondaggio ha scoperto che i consumatori in tutto il mondo sono a bordo con la responsabilità sociale delle imprese. 64 per cento dei consumatori si aspettano che le aziende vanno al di là dei loro concorrenti quando si tratta di CSR. Solo l'11 per cento dei consumatori dice che la CSR non è importante per loro o le loro decisioni di acquisto. Tutti gli altri non solo notificano ma possono punire aziende che non agiscono in modo responsabile.

Il 90% dei consumatori intervistati afferma di poter cambiare marche per sostenere una causa se entrambe le marche sono simili nel prezzo e nella qualità. Più sorprendente è che il 57 per cento acquisterà un prodotto di minore qualità se fosse migliore per l'ambiente o la società.

I cittadini globali credono sempre di poter avere un impatto. Quasi i tre quarti (72%) ritengono di poter fare un impatto moderato-significativo sulle questioni sociali e ambientali attraverso le loro decisioni di acquisto.

  • In tutto il mondo, i consumatori prendono ancora la CSR. Più di tre quinti accetta un taglio retributivo per lavorare per una società responsabile. Questo è particolarmente vero per i Millennials che, secondo uno studio, vogliono lavorare per le aziende che mettono maggiormente l'accento sulla finalità, non sui profitti.
  • La condivisione può sostituire la proprietà per molti consumatori. Nello studio Cone, il 62 per cento dei consumatori dice che passerebbe su possedere un prodotto e invece prendere in prestito o condividere prodotti.
  • Le aziende hanno pensato che la CSR fosse un'opzione. Chiaramente non è più. Hanno bisogno dei consumatori e dei consumatori vogliono sostenere buone cause attraverso i loro acquisti.Inoltre si aspettano che le aziende siano responsabili nel corso delle loro attività commerciali.
  • Per i non profitti, le tendenze sono anche verso l'alto. Cause le strategie di marketing fatte con le imprese sono esplose. Uno dei punti più brillanti non è in TV o social media ma quando si acquista. La carità di Checkout si è rivelata un piatto d'oro per molti nonprofit, anche se non sembra sfarzoso o glamour.
  • Trend # 2: le aziende cominciano a chiedere ai consumatori di apportare modifiche

David Hessekiel del Cause Marketing Forum dice che le aziende hanno a volte trasformato le tabelle sui consumatori. Chiedono cambiamenti di comportamento, non solo l'acquisto di prodotti.

L'obiettivo è quello di guidare la vita più sana e di stare al sicuro.

Esempi di questo approccio includono la campagna "Quit Smoking" da CVS, l'impegno a non attingere a testo e guidare da AT & T e il New Balance SparkStart che ha incoraggiato tutti a spostarsi.

Oltre a questa tendenza è l'interesse relativo a raggiungere la Generation Z. Si promettono di essere ancora più socialmente impegnati rispetto ai Millennials, oltre a "nativi digitali", che richiedono alle aziende di conquistare nuovi modi di comunicare. Una campagna di campionato (punta di cappello a David Hessekiel di nuovo) era H & R Block's Budget Challenge. Ha insegnato l'alfabetizzazione finanziaria con un divertente programma interattivo online La società ha anche assegnato borse di studio attraverso questo sforzo.

La sfida generazionale ha anche costretto le campagne di marketing a diventare ancora più multicanale. Le conversazioni e le campagne includono ora la pubblicità offline, la pubblicità TV, i canali di social media degli hashtag, i video in streaming e altro ancora.

Un esempio è stata la campagna 2015 #MakeItHappy di Coca-Cola per combattere il cyberbullying.

#MakeItHappy ha iniziato con un annuncio di super ciotola e poi è scivolato nei social media dove le persone sono state incoraggiate a condividere "positività". Non era però tutta la vela veloce, però, perché Coca-Cola doveva sospendere la sua campagna Twitter a causa di un maledetto scherzo che minava il bel messaggio. Nuove acque, nuovi problemi.

Trend # 3: Sviluppare le migliori pratiche

Poiché la commercializzazione della causa diventa più prominente, la causa di marketing è stata chiamata a considerare. I media e il pubblico hanno espresso disapprovazione quando la commercializzazione di causa scompare dai binari.

Basta considerare la partnership di Komen per il Cure e Kentucky Fried Chicken, o l'etichetta "lavaggio rosa" che ha afflitto alcuni programmi di commercializzazione del cancro al seno ogni ottobre.

Stiamo tutti chiedendo buone pratiche in marketing di causa. E stanno sviluppando. Un esempio è l'elenco di un cancro al seno degno di causa programmi di marketing compilati da Joe Waters e Cone Communications. Le migliori pratiche di questi programmi includono due standard per la trasparenza:

fornendo informazioni sufficienti sulla carità che viene aiutata in modo che i consumatori possano ricercarla;

e dire esattamente quanti soldi la carità riceverà, sia in totale e / o da ogni acquisto.

Guardi per altre pratiche migliori in quanto si evolvono. Le buone fonti includono The Cause Marketing Forum, Cone Communications e Selfish Diving (blog di Joe Waters).