10 Dei più grandi miti circa una carriera pubblicitaria

La pubblicità ha bagagli.

Quando pensi alla parola, non dubiterete di avere associazioni positive o negative. Ciò dipenderà dal fatto che tu sia nell'industria, quello che hai visto su di esso, nei film, e cosa pensi dell'output del settore. Ma è giusto dire che le carriere pubblicitarie sono proprio accanto a carriere in legge e tasse. In altre parole ... hanno un rappresentante difettoso.

Purtroppo, quando si tratta della carriera dell'argomentazione, ciò può essere molto ingiusto. Le persone che lavorano nella pubblicità non sono tutti venditori slick in costosi vestiti. Le carriere variano notevolmente e la diversità delle persone che riempiono questi ruoli è altrettanto ricca.

Quindi se state pensando di lavorare nell'industria della pubblicità e del marketing, familiarizzi con i seguenti 10 miti. Quando qualcuno lo mette in contatto con il tuo viso, avrai una grande contestazione.

MYTH 1: La pubblicità è una professione etica e disonorevole.

REALTÀ : L'industria pubblicitaria è infatti una professione molto rispettabile. Purtroppo, ci sono quelli che pensano perché state cercando di vendere qualcosa attraverso la pubblicità che stai cercando di ingannare o ingannare il pubblico.

La pubblicità deve seguire regole molto specifiche che assicurano che tutti i messaggi pubblicitari siano in continuo aumento. L'ultima cosa che un'agenzia pubblicitaria vuole fare è danneggiare la reputazione del loro cliente produrre materiali che potrebbero essere erroneamente interpretati come pubblicità ingannevole. Sì, ci sono alcune mignole male là fuori.


MYTH 2: Tutti nella pubblicità fanno una fortuna.

REALTÀ

: se solo. Mentre è vero che si può fare un sacco di soldi lavorando nella pubblicità, la maggior parte delle persone non sono milionari. Infatti, la maggior parte delle persone non è nemmeno guadagnando vicino ad un salario a sei cifre. La maggioranza delle persone che lavoravano nel campo ha iniziato alla base della scala, internando gratuitamente, forse addirittura pagando il salario minimo per ottenere il loro inizio nel settore. E alcune persone effettivamente assumono un lavoro senza paghe, nella speranza di un giorno diventare dipendente retribuito.

Proprio come per qualsiasi professione, nella pubblicità si paga le tue quote e si lavora in alto. Quello che fai della tua carriera pubblicitaria è completamente a voi. E se lo fai in cima o diventerai proprietario, la tua agenzia di successo porterà un sacco di soldi.


MYTH 3: è davvero difficile iniziare nella pubblicità.

REALTÀ

: C'è sicuramente una certa verità a questo. C'è molto concorrenza là fuori, soprattutto nelle città che hanno un numero limitato di agenzie.Ma, ci sono molte opportunità per coloro che vogliono iniziare nel settore. Ciò non significa che tu avrai ottenuto l'ufficio angolo con una visione, il reddito prestigioso e il controllo creativo delle campagne pubblicitarie con il tuo primo lavoro. C'è molto lavoro che dovrai fare. Ma se stai seriamente in considerazione la tua carriera nell'industria, puoi entrare. Puoi iniziare dal lato client e passare, che apre un mondo intero di diverse aziende per iniziare.

È anche possibile lavorare a freelance prima di trovare un lavoro permanente.


Mito 4: Lavorare in Pubblicità è Proprio Come Lavorare in Pubbliche Relazioni.

REALTÀ

: Queste due industrie sono comunemente contrassegnate come stesse professioni. Mentre pubblicità e pubbliche relazioni possono andare manualmente, la loro attenzione è molto diversa. È possibile utilizzare le tue abilità pubblicitarie per ottenere un lavoro in PR e viceversa, ma solo perché si lavora in un'industria non significa che sappiate automaticamente tutto quello che c'è sull'altro.
MYTH 5: Tutte le tue idee creative saranno messe a buon uso

REALITY

: C'è un certo processo per ogni campagna pubblicitaria. Alcuni clienti danno all'agenzia pubblicitaria un concetto di base e lasciano che l'agenzia si esegua con esso. Alcuni lasciano tutto alla competenza dell'agenzia e lasciano che gestiscano ogni aspetto. Altri clienti vogliono essere più coinvolti nel processo di agenzia. Nella maggior parte delle agenzie, avrai incontri dopo la riunione dopo la riunione di qualsiasi campagna pubblicitaria indipendentemente dal dipartimento in cui sei in corso. È possibile esercitare alcune delle tue idee in una certa misura, ma non possono farlo al cliente.

Come parte del team dell'agenzia, ci sono molti livelli di burocrazia le tue idee e anche i tuoi materiali dovranno passare prima che il progetto sia completo. La grande copia che hai scritto martedì potrebbe finire sul tuo tavolo con un mucchio di cambiamenti entro mercoledì. Lo rimetti in giovedì e venerdì hai ancora più cambiamenti.

La maggior parte delle agenzie accoglie le vostre idee creative, ma non ottieni male i tuoi sentimenti se queste idee sono tratteggiate. Non è personale, è solo un business. L'idea che puoi gettare in una riunione creativa può essere il contrario opposto a ciò che un cliente ha affidato al proprio account esecutivo oa quello che è stato deciso in un precedente incontro con altri dirigenti all'interno dell'agenzia.


Mito 6: È un Glamorous, Fun-Filled, Easy Career.

REALTÀ

: Non ami quei film e spettacoli televisivi in ​​cui i personaggi lavorano nella pubblicità e sembrano divertirsi così? Amici , Non c'è niente in comune , Bounce, cosa vogliono le donne Amici di Bosom , > - questi sono solo alcuni degli esempi di spettacoli o film i cui personaggi hanno una carriera nella pubblicità. Ed è proprio quello che sono: personaggi in una storia fittizia. Non commettere errori. La pubblicità è un lavoro duro. Tardi notti, fine settimana, clienti arrabbiati, licenziamenti, stress e feroce concorrenza rendono difficile sopravvivere all'industria per 20+ anni. MYTH 7: Viaggerai in tutti e quattro angoli del globo

REALITY
: Solo per pochi selezionati. Mentre è vero che le maggiori agenzie pubblicitarie hanno clienti in tutto il mondo, e le foto internazionali e le riprese video fanno parte dell'immagine, il viaggio è raro per la maggior parte delle persone. Se sei nel reparto creativo, è probabile che sarai in viaggio per sparare le tue idee. Tuttavia, i tagli di bilancio significano spesso meno persone che vanno ad andare. Sul lato del conto, di nuovo, dovrai avere fortuna dalla tua parte.

MIT 8: E 'tutta la giornata bevendo e tutto il tempo notturno REALTÀ
: Una volta, come Mad Men ha descritto così bene, la vita dell'agenzia è stata hedonistica. In ogni ufficio c'era davvero un contenitore di liquori, ed era assolutamente previsto che bevesse prima, durante e dopo il lavoro. Infatti, l'alcolismo è stato ricco nel settore delle pubblicità, dagli anni Sessanta, fino alla fine degli anni ottanta.

Che è sicuramente cambiato. Ora, è una vita pulita, sale di allenamento gratuite e conversazioni politicamente corrette. Sì, ci saranno momenti in cui schiacciare il cliente o avere bevande dopo il lavoro. Ma la "bere tutto il giorno, festa tutta la notte regime" è morta e sparita.

MYTH 9: Chiunque può ottenere un lavoro in pubblicità

REALITY

: Tutto dipende da ciò che la tua definizione di "chiunque" è in realtà. In passato, le persone sono appena cadute in una carriera pubblicitaria perché non sapevano cosa fare altro. Queste persone avevano lettere di scrittura, o gradi di inglese. Neil French, un grande copywriter e un regista creativo, solo un po 'vagava nel campo e divenne un maestro.

Oggi, la concorrenza per i lavori nel settore è intensa. L'idea che qualcuno potrebbe decidere di fare pubblicità a una prova è ridicolo. Dovete studiarla al college o un soggetto molto vicino a lui. Se sei creativo, avrai bisogno di un folio dondolante. Ed è giusto dire che, anche con tutto questo, dovrai essere eccezionale per farti notare.

MYTH 10: Con un lavoro duro, finirete nell'esecuzione dell'agenzia

REALITY

: lo senti tutto il tempo, dai dirigenti di account freschi e dalle creature brusche. "Una volta, il mio nome sarà sopra la porta. Devo lavorare duramente. "

Non proprio. La gente in pubblicità può trascorrere 30 anni a slogging fuori ogni giorno, notti di lavoro, dormire in ufficio nei fine settimana, solo per ottenere alcune promozioni e un paio di aumenti paga. Altre persone possono entrare nell'agenzia e essere partner entro pochi anni. Più spesso che non, non si tratta di ciò che sai o di quanto si lavora duramente. Si tratta di chi sai. Le tue connessioni. Il tuo background. Il tuo patrimonio netto.

Puoi possedere un giorno l'agenzia? Può essere. Ma ci vorrà molto di più di un duro lavoro.